Incontro con – Pierluigi Rizzato

venerdi 6 MARZO – presso il LUC Manfredonia ore 19,00-22,00

E’ gradita prenotazione.

Pierluigi Rizzato, padovano, fotografo da oltre 35 anni, si dedica con particolare passione e impegno alla fotografia naturalistica. La realizzazione delle sue immagini coniuga una profonda conoscenza delle caratteristiche dei soggetti, acquisita attraverso studi e ricerche, oltre  ad una paziente osservazione sul campo. Le riprese, sorprendenti dal punto di vista estetico per la varietà dei colori e per la sapiente scelta compositiva, offrono altresì la possibilità di una lettura “scientifica” del comportamento animale, in quanto “congelano” i soggetti nel loro movimento naturale.

E’ uno dei componenti della squadra italiana della FIAF, con la quale ha vinto 13 Coppe del Mondo FIAP, 12 nella sezione Natura (conquistando il 1° posto individuale assoluto nel 2003, un 2° posto nel 2014, ed ancora il 1° posto individuale assoluto nel 2016), nel 2014 la Coppa del Mondo FIAP “Amicizia e solidarietà” e 8 Trofei Odette Bretscher.

Ha vinto oltre 600 premi in concorsi fotografici internazionali in 57 paesi del mondo, totalizzando complessivamente oltre 4300 ammissioni.

Ha conseguito 51 awards nei concorsi internazionali di natura più importanti del mondo, Asferico (Italia), Glanzlichter (Germania), Gdt (Germania), Nature’s Best Magazine (Usa), Nature’s Best Africa (Sud Africa), Memorial Maria Luisa (Spagna), Melvita (Spagna), Montier en Der (Francia), Golden Turtle (Russia), Oasis (Italia), ecc.

Nel 2004 e nel 2007 ha vinto il Campionato Italiano di Fotografia Naturalistica.

Ha pubblicato un libro fotografico dal titolo “Nel regno degli animali – dall’Alaska al Serengeti” con la prefazione di Giorgio Celli.

Nel 2005 ha vinto il Grand Prix all’Austrian  Trierenberg Super Circuit (1° posto assoluto), a Linz in Austria, il più grande concorso mondiale con oltre 52.000 immagini presentate da fotografi provenienti da più di 100 nazioni.

Nel 2009 ha ricevuto l’onorificenza IFI (Insigne Fotografo Italiano).

Nel 2013 viene  designato  “Fotografo dell’Anno FIAF ” e nell’occasione viene pubblicato un secondo libro dal titolo “Istinto animale”.

Nel 2014 ha ricevuto l’onorificenza MFIAP (Maitre Photographe de la FIAP), undicesimo fotografo italiano a raggiungere questo traguardo.

Nel 2015 ha vinto il 1° Premio al Festival Internazionale Natura di Montier en Der (Francia).

Nel 2016 ha vinto il Premio Best Italian Oasis Photographer.

Nel 2016 è stato l’autore col maggior numero di premi (18) nei concorsi dell’anno con patrocinio FIAF.

Nel 2019 ha ricevuto l’onorificenza EFIAP/d3 (Excellence de la Federation Internazionale de l’Art Photographique Diamond 3) – solo due fotografi in Italia, Tomelleri e Rizzato, ad aver raggiunto questo traguardo fino al 2019.

Ha esposto in mostre personali a Padova, Rovigno (Croazia), Garda, Kuusamo (Finlandia), Bassano del Grappa, Brescia, Asolo, Adria, Dolo, Trieste, Carbonia, Garda, Sassoferrato, Torino, Bologna, Treviso, Ledro, Calci di Pisa, Follonica, Gemona, Budoia, Valsamoggia, Moncucco, Chiaverano, Rovigo, Bagnolo Mella e in 3 mostre collettive in Cina (Macao, Zhoushan e Qinghai) e in una collettiva a Singapore.

Ha proiettato le sue immagini e suoi audiovisivi durante centinaia di serate ad invito di associazioni e fotoclub.

E’ stato membro di giuria in decine di concorsi nazionali ed internazionali (Slovenia, Austria, Turchia, Vietnam, Russia, Spagna).

Nella rivista Fotoit, mensile della FIAF, di lui è stato scritto : “Probabilmente uno dei più grandi fotonaturalisti che la nostra Federazione (FIAF) abbia mai avuto, un nome che tutti giustamente ci invidiano, pochi sono gli autori a livello internazionale in ambito naturalistico che possono stargli alla pari …. Una miniera di immagini, una più stupefacente dell’altra, decine i Trofei vinti, centinaia le ammissioni internazionali, ha contribuito in maniera determinante alla conquista delle ultime coppe del mondo natura vinte dalla nostra Federazione …”.

Il direttore della rivista online “naturaemagazine” , Joannis Schinezos, ha scritto:

“ E’ insensato esprimere dei giudizi assoluti nel campo della fotografia. Oppure, tentare improbabili paragoni. Ad esempio, chi è il miglior fotografo naturalista europeo? Impossibile la risposta, se non indicare almeno una decina di nomi per ogni singolo campo d’applicazione, dal paesaggio agli animali, dalla ripresa ravvicinata a quella subacquea. Un po’ più facile il compito nel caso si parli di un campo di ripresa ben specifico, nel nostro caso quello della fauna africana. Tra i fotografi italiani che si sono occupati con una certa costanza di quest’ultima, Pierluigi Rizzato detiene un posto d’eccezione. E’ mia opinione personale che la qualità del suo lavoro è paritaria – se non superiore – a quella dei più conosciuti fotografi europei, americani o giapponesi che hanno come terreno preferenziale di ripresa il continente africano. Le sue sono immagini forti, dense di carica emotiva, in cui emerge costantemente la lotta disperata per la sopravvivenza. In altre parole, l’essenza di quello straordinario mosaico di vita naturale che è l’Africa “.

Ha pubblicato sue immagini in molte riviste italiane ed estere tra le quali “Oasis”, “Asferico” , “Il Messaggero dei Ragazzi” , “Terre Sauvage” e in diversi libri, tra i quali due guide turistiche di parchi della Tanzania.

Sue immagini sono presenti nei cataloghi 2006 dei prodotti  Canon.

La rivista  “Tutti Fotografi” gli ha dedicato un articolo dal titolo “La natura di Rizzato” nel numero di luglio-agosto 2006.

Attualmente è Direttore del Dipartimento Esteri della FIAF, FIAP Liaison Officer per la FIAF  ed anche Direttore del Servizio Etico della FIAP.

https://www.pierluigirizzato.com

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *